Categorie
Senza categoria

La figura del bookblogger: chi è e a cosa serve?

Ciao cari appassionati di libri, dopo il dibattito creatosi negli ultimi giorni, volevo dire la mia sulla scottante questione del ruolo del bookblogger nella fruizione e nella “pubblicizzazione” delle novità editoriali.

Tutto parte da un articolo di Francesco Giubilei su “Il Giornale.it” dal titolo: “Critica e libri. Ma chi influenzano i book influencer?”. Ebbene, lungi da me entrare in merito alla polemica ed alla critica (tagliente, a mio parere, e per niente produttiva), vorrei condividere comunque una riflessione che inevitabilmente il signor Giubilei mi ha portato a fare, e cioè: ma chi sono questi bookblogger (o book influencer come cita l’articolo) e a cosa servono nel panorama editoriale?

I bookblogger sono persone che amano leggere; e questo è il primo assioma della categoria. Sono, inoltre, persone dotate di carne ed ossa. Il loro scopo è quello di coinvolgere più persone possibili in quello che fanno, e cioè leggere.

Partendo da questo presupposto, io mi sento di definirmi bookblogger a mia volta; quindi da ora in poi parlerò in prima persona, credendo di esprimere anche il pensiero degli altri miei “colleghi“, o sarebbe più esatto dire compagni di passione. Mi sono corretta nel termine perché essere bookblogger non è un lavoro nel vero senso del termine, non veniamo pagati per parlare di tal libro, ma ciò non toglie che ci mettiamo tutto l’impegno, l’amore e la dedizione possibile.

Ogni qualvolta che spunta una recensione sul blog, non si creda che sia comparsa così dal nulla. Eh proprio no! Dietro ci sono tante ore impiegate a leggere, ad appuntare ed infine a riportare in un discorso logico ed interessante pensieri ed emozioni che crediamo possano catturare l’attenzione di chi leggerà.

Io ho aperto il blog da poco più di due anni, quindi premetto che non ho ancora quel bagaglio di esperienza che mi possa eleggere conoscitrice di questo mondo. Una cosa, però, posso dirla: non ho mai, e dico MAI, sentito dire a nessun bookblogger di volersi sostituire ad un critico letterario! È lungi da me farlo!

Bookblogger e critici letterari sono due facce della stessa medaglia, ma pur sempre distinti e separati! Una figura non esclude l’altra e viceversa.

Per essere critici ci vogliono strumenti e studi specifici. I bookblogger, invece, sono, anzi, siamo, lettori appassionati che cerchiamo, attraverso le nostre sensazioni, i nostri pensieri, di trasmettere a chiunque abbia il piacere di seguirci il gusto di leggere, e lo facciamo con i mezzi (del tutto legali!!) che la rete ci mette a disposizione!

Ovviamente, convengo nel dire che, come in ogni altra categoria (e sottolineo “ogni altra”) c’è chi tenta di fare il furbacchione, ma questa è un’altra storia.

Spero di aver chiarito qualche aspetto sul misterioso mondo dei bookblogger.

Dopo quanto detto su queste figure quasi fantastiche, credete che tutto questo combaci con l’essere incompetenti, maleducati e raccatta copie come velatamente le si vuole far passare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...